Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Vice-Provincia Madonna di Czestochowa

Atto riparativo

"Ora a Gerusalemme c'era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e timorato di Dio, che aspettava il conforto d'Israele; lo Spirito Santo che era sopra di lui, gli aveva preannunziato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Messia del Signore…  
C'era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto col marito sette anni dal tempo in cui era ragazza, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere." (Lc 2, 25 – 26; 36; 37b)

Il vecchio Simeone e la profetessa Anna, molto avanti negli anni, sono il segno che Dio non ha preferenze di età e che lo possiamo incontrare in ogni tappa della vita.
Le persone anziane e malate sono un dono per il mondo che, al contrario, molto spesso li rifiuta e usa loro violenza allontanandoli e, molto peggio, decidendo di porre fine alla loro vita.
L’eutanasia provoca una grande ferita nelle società, ma soprattutto reca tanta sofferenza a quelli, che nell’età tarda hanno ancora tanto da dire al mondo e si vedono minacciati nel loro diritto alla vita.
"La violenza verso le persone anziane è così inumana come verso i bambini. Le persone anziane hanno come compito condividere nella famiglia e nella società la propria sapienza e la fede”, ricorda Papa Francesco.

Vogliamo riparare:

  • Il peccato dell’eutanasia attraverso la promozione della cultura della vita dal momento del concepimento fino alla morte.
  • L’ingiustizia sociale, che mette al margine le persone anziane e malate, privandole dei mezzi di sussistenza ed assistenza medica
  • La mancanza verso le persone anziane e malate attraverso il dono del tempo, il dialogo, il sorriso, la preghiera con loro.

Preghiera:
O Padre, Tu che sei vicino ad ogni uomo e in ogni tappa della sua vita, grazie per le persone anziane che mantengono vivo il dialogo tra le generazioni e grazie per la fede che ci hanno  tramandato.  Per intercessione di San Giovanni Paolo II, che ha fatto vedere al mondo la ricchezza dell’ultima tappa della vita, dona alle persone anziane la forza per vincere la tentazione dello scoraggiamento e dona loro la fede di credere che Tu sempre ci ami, indipendentemente dall’aspetto fisico, il passato e la salute. Amen.

Leggi tutto...

Sulle orme di Maria Maddalena

Le Superiore della Vice-Provincia Madonna di Częstochowa si incontrano per la verifica del cammino fatto in vista del Processo di Rivitalizzazione e, allo stesso tempo, organizzare i mesi successivi con l’obiettivo di creare la CLP. L’incontro fraterno, ma anche formativo e di verifica inizia con la Messa vissuta insieme e celebrata nelle intenzioni della Vice-Provincia e di tutta la Congregazione. Il giorno prima dell’anniversario della nascita della Fondatrice vogliamo ascoltare la sua voce e sotto la sua protezione cercare i modi e le forme di come incarnare nel quotidiano il sogno carismatico. M. Maddalena Frescobaldi, la Madonna e San Paolo della Croce ci guidino in questo cammino.

Leggi tutto...

Atto riparativo

“Poiché restai fedele a Dio con tutto il cuore... facevo spesso l'elemosina a quelli della mia gente; donavo il pane agli affamati, gli abiti agli ignudi e, se vedevo qualcuno dei miei connazionali morto e gettato dietro le mura di Ninive, io lo seppellivo.” (Tobia 1,12; 16 – 17)

La storia di Tobia ci mostra quando è preziosa agli occhi del Signore la cura per i defunti.
In questo tempo particolare, nel mese di novembre ci ricordiamo dei nostri cari, passati all’altra sponda della vita :i nostri familiari, le consorelle, i confratelli, i membri della CLP defunti. La nostra preghiera e il nostro ricordo è per loro come una goccia di acqua per un assettato nel deserto. Ma ci rendiamo conto, che ogni giorno muoiono 150 000 persone e tra queste 15 000 bambini? ogni secondo muoiono due persone... Non ritardiamo allora ed offriamo la nostra preghiera per i fratelli e sorelle defunte. Abbiamo cosi tante possibilità per aiutarli. Lasciamo ogni tanto la nostra “tavola con il pranzo” – nostri beni spirituali per offrire ai nostri defunti il nostro amore.  
Impegno di vita :

  • Ricordare nella preghiera tutti i morti a causa delle guerre, dei cataclismi, della violenza e tutti quelli fratelli e sorelle morti senza aver ricevuto gli ultimi sacramenti
  • Avere coscienza che ogni secondo muoiono due persone nel mondo – offrire qualche fatica o sofferenza per le anime del purgatorio
  • Coscientizzare la gente, che chi passa all’altra sponda della vita ha bisogno soprattutto della preghiera, e specialmente dell’offerta della Santa Messa e delle opere di misericordia

Preghiamo: Signore, tutti viviamo in Te e ci riuniamo con Te nello stesso Amore e nella fede. Aiutaci, o Dio Misericordioso ad essere sempre disponibili a servire con gioia i nostri fratelli e sorelle. Accogli la nostra preghiera e per la Tua Misericordia, morte e risurrezione del Tuo Figlio Gesù Cristo, abbi pietà delle anime del purgatorio, che devono espiare i loro peccati per entrare nella Tua gloria. Per intercessione di Maria e di tutti i santi portale nel Tuo Regno dove potranno sperimentare la pienezza della vita eterna. Amen.

Leggi tutto...

Serva di Dio Maria Maddalena Frescobaldi Capponi

Domenica 26 ottobre,  l’invito di don Piotr Dominiak – parroco della Parrocchia di Santa Edvige – ci ha dato un’occasione bellissima per divulgare la fama di santità della nostra cara Fondatrice Maria Maddalena Frescobaldi Capponi. Durante sei Messe le suore di due comunità, Kutno e Strzelce: sr. Agnieszka Ozimek, sr. Nataliya Klysheika e sr. Joanna Mazur hanno parlato della vita e dell’opera della Fondatrice, raccogliendo le intenzioni che i fedeli rivolgevano alla Serva di Dio, dando anche la testimonianza della bellezza della propria vocazione. Dopo le Messe le suore hanno potuto parlare con la gente e condividere la gioia di servire il Signore nella Congregazione delle Suore Passioniste di san Paolo della Croce. Ringraziamo Dio per questa bellissima esperienza e preghiamo Maria Maddalena di implorare tutte le grazie necessarie per le persone che si sono rivolte a lei in preghiera.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.