Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Provincia Vergine Addolorata

Atto riparativo

“Pietà di me o Dio secondo la tua misericordia”.

Signore, Padre di misericordia, il cui unico figlio Gesù ha preso su di sé i nostri peccati, purificandoci da ogni male nel supplizio della sua passione, morte e risurrezione, ascoltaci ed accogli questo nostro grido di aiuto.

Tutti noi siamo intimoriti e disorientati di fronte alla malvagità dell’uomo, generatrice di una profonda e lacerante sofferenza nei popoli, nelle famiglie, nelle persone sole e indifese: bambini-anziani-malati in ogni parte del mondo.

Alla luce della nostra storia riconosciamo i nostri peccati, le nostre fragilità origine e causa di questa immane sofferenza e vogliamo riparare tutti gli atti di violenza verbale fisica, morale, intellettuale…

Abbiamo bisogno di te, Signore, e ti chiediamo: vigila su tutti noi, mantieni salda la nostra fede, accesa la nostra lampada, operosa la nostra carità, affinché il bene trionfi sul male e la tua pace dimori e regni nei nostri cuori e in tutto il mondo.

Signore da chi andremo? Tu solo hai parole di vita eterna. Tu solo sei la via, la verità, la vita.

Leggi tutto...

Atto riparativo

La lotta tra il bene e il male

“Non dobbiamo giudicare, perché non sappiamo a quale esposizione di luce la mela sull’albero matura” G. Vannucci, Nel cuore dell’essere. Mondadori, Milano, 1998, p.30

Signore, ogni giorno nella nostra vita, affrontiamo un combattimento tra il bene e il male. Male e bene sono due componenti della nostra natura, del nostro personale bagaglio: una forza che ascende, l’altra che resiste. È difficile Signore capire dove comincia la luce e dove finisce l’ombra. A volte ciò che sembra negativo è una risorsa, a volte una nostra qualità ci rende così presuntuosi da diventare un difetto. 

In questa settimana vogliamo riparare:

  • tutte le volte che puntiamo il dito sui difetti altrui, senza accorgersi e rispettare lo sforzo di ognuno per vincersi
  • tutte le volte che vogliamo sradicare subito la zizzania a costo di sradicare anche il grano buono, non dando tempo affinché il bene cresca tra noi
  • tutte le volte che abbiamo la pretesa di essere nella verità e la convinzione che l’altro sta nell’errore.

Preghiamo:
Signore, tu mi scruti e mi conosci, penetri da lontano i miei pensieri, sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre, scrutami, Dio, e conosci il mio cuore, provami e conosci i miei pensieri: vedi se percorro una via di menzogna e guidami sulla via della vita. Sl 139

Leggi tutto...

Atto riparativo

Rispettare la dignità e il servizio delle donne, a tutti i livelli

«Per capire una donna bisogna prima sognarla: ecco perché la donna è il grande dono di Dio, capace di portare armonia nel creato …. A me piace pensare che Dio ha creato la donna perché tutti noi avessimo una madre.È la donna, che ci insegna ad accarezzare, ad amare con tenerezza e che fa del mondo una cosa bella. E se sfruttare le persone è un crimine di lesa umanità, sfruttare una donna è di più di un reato e un crimine: è distruggere l’armonia che Dio ha voluto dare al mondo, è tornare indietro».  Papa Francesco

Vogliamo riparare

  • Le condizioni di sfruttamento e di schiavitù a cui sono sottomesse le donne
  • Le varie “forme di seduzione ingannevole e prepotenza umiliante” verso le donne
  • La strumentalizzazione e mercificazione del corpo femminile nella attuale cultura mediatica
  • Le situazioni in cui, ogni anno, si verificano centinaia di casi in cui la donna viene stuprata, violentata, uccisa.

Impegno
Ci impegniamo ad essere strumenti di carità, di accoglienza, di ascolto verso le donne vulnerabili, strumenti capaci di promuovere con coraggio dignità e rispetto una vita rinnovata oltre lo strazio del male.
Ci impegniamo a sostenere con spirito di gentilezza, condivisione, concretezza, audacia e rispetto, il cammino di rinascita che milioni di donne stanno percorrendo fra mille difficoltà e pericoli su tutta la faccia della terra.

Preghiamo
Dona grazia, Signore, a tutte le donne abusate, maltrattate, umiliate, perché possa nascere in ciascuna di loro una nuova vita di libertà, verità e speranza. Che la nostra preghiera e il nostro impegno possano spezzare le violenze e suscitare ovunque semi di guarigione e rinascita a favore delle donne. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore, Amen.

Leggi tutto...

Atto riparativo

 “Dov’è il tuo fratello?” Gn 4,9

Nella nostra relazione con Dio ma anche nelle relazioni che viviamo tra di noi, facciamo sempre esperienza di uno scarto, di un’alterità. L’altro, che sia Dio o mio fratello o mia sorella, non è mai identico a noi, né come vorremo che fosse. C’è una differenza che ci interroga ma soprattutto ci inquieta o addirittura ci spaventa.
Nella nostra società tanti Caino vivono la differenza da Abele con gelosia. Non sanno accoglierla come dono. Desideriamo che l’altro sia uguale a noi stessi… Dio invece ci chiede di custodire l’altro, di custodire l’alterità. E custodirla nel proprio cuore, dove i sentimenti negativi si accovacciano, e dove dobbiamo imparare a dominarli.

Vogliamo riparare:

  • Quando il dominio sull’altro è più forte dell’accoglienza.
  • Quando la differenza non diventa spazio di comunione ma scarto.
  • Per ogni volta che le nostre relazioni non sono autentiche ma preferiamo nasconderci all’altro per paura di rivelargli chi siamo realmente.
  • Quando la Comunità, la famiglia, l’ambiente di lavoro non sono luoghi di incontro e di condivisione ma luoghi di rivalsa e di superiorità…

Impegno di vita: In questa settimana ci impegniamo a valorizzare l’altro con gesti concreti di vicinanza e di accoglienza.

Preghiamo: Padre, tu hai voluto che ogni realtà creata non fosse uguale all’altra. Insegnaci a custodire la differenza e a lasciarci da essa convertire alle logiche del dono. La Memoria della Passione del tuo Figlio Gesù ci faccia scoprire ogni giorno la bellezza di una relazione fraterna che si dona e si accoglie nel perdono, nella misericordia e nell’amore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.