Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Blog&News Passioniste

Atto riparativo

 Rimase soltanto Gesù, e la donna che era là in mezzo. Gesù si alzò e le disse: «Dove sono andati? Nessuno ti ha condannata?». La donna rispose: «Nessuno, Signore». Gesù disse: «Neppure io ti condanno. Va’, ma d’ora in poi non peccare più!». (Gv 8,11)

Unite alla Passione di Gesù e di Maria Addolorata vogliamo riparare lo sfruttamento della donna, la sua condanna pregiudiziale, l’abuso della sua dignità di persona creata a immagine di Dio.

Vogliamo anche riparare l’uso che si fa del corpo della donna nella pubblicità e con i mezzi di comunicazione.

Impegno della vita: Noi che siamo chiamate per vocazione a difendere la dignità della donna fin dai primi anni della sua vita, ci impegniamo a pregare la Vergine Maria per tutte le donne del mondo. Offriamo in riparazione anche tutto il lavoro che tante nostre Sorelle svolgono nelle Scuole e nei Centri di educazione e formazione della donna, nelle Case di riposo dove si accolgono donne sole che hanno dato la vita per la famiglia e che ora soffrono per la vecchiaia, la malattia e la solitudine.Haut du formulaire

Leggi tutto...

Atto riparativo

Che tutti siano uno… 

L'arte di amare che troviamo nel Vangelo vuole che si ami tutti. Non c'è da scegliere fra simpatico o antipatico, della mia patria o straniero, bianco o nero o giallo, europeo o americano, africano o asiatico. L'amore non conosce alcuna forma di discriminazione. L'arte di amare vuole che si ami per primi, senza aspettare che l'altro ci ami. «Verso l'Unità delle Nazioni e l'Unità dei Popoli» vuole che si ami ognuno come sé, la Patria dell’altro come la propria, saper «farsi uno» con gli altri, cioè far propri i loro pesi, i loro pensieri, le loro sofferenze, le loro gioie. (Chiara Lubich all’ONU) 

L’unità tra i popoli è il sogno di Dio, è il cammino fondato sull’accettazione reciproca e sulla promozione di tutti, fondata sulla comune umanità.

Vogliamo riparare le divisione che esistono nel mondo tra i popoli, le razze e le nazioni, ma anche quelle che possiamo trovare nelle nostre nei nostri cuori e nei nostri ambienti di vita.

 Impegno di vita: Oggi e in questa settimana ci impegniamo a rinforzare i nostri vincoli di unità e di comunione nelle comunità, nelle famiglie e nei luoghi in cui siamo mandati, mettendo in pratica gesti concreti di fraternità, imitando il Cuore misericordioso di Gesù che sempre ama ed accoglie.

Leggi tutto...

Atto riparativo

«Sii fedele fino alla morte, e ti darò la corona della vita» (Ap. 2,10)

La fedeltà alla scelta fatta davanti a Dio, davanti al mondo e alla Chiesa è oggi messa in  discussione dalla cultura dell’effimero e del provvisorio; l’individualismo mette a rischio la tenuta delle scelte definitive, sia nella famiglia che nella vita consacrata.

Vogliamo perciò riparare la mancanza di fedeltà nella vita matrimoniale e nella vita consacrata, disvalore presente ormai in tutti i popoli e culture.

Impegno di vita: Oggi e in questa settimana ci impegniamo a compiere fedelmente il compito assegnatoci dalla Comunità, consapevoli che l’unica possibilità di cambiare in meglio il mondo è quella di migliorare noi stesse. Ci affidiamo a Gesù nella preghiera ed abbiamo come modello la Vergine Maria, lei che è rimasta fedele alla volontà di Dio dall'inizio alla fine.

Leggi tutto...

Atto riparativo

“Qualunque cosa avete fatto ai più piccoli, lo avete fatto a me” Mt 25,40 

Il riconoscimento di ogni persona come creatura di Dio, come fratello e sorella è negato, mentre viene usata la persona umana come strumento di sfruttamento dell’uomo sull’uomo. Chi ha potere domina sugli altri, i senza voce, i più deboli.

Vogliamo riparare il rifiuto di riconoscere la persona di Gesù in coloro che hanno bisogno di riconoscimento morale e materiale, incoloro che usano le persone come bombe umane, in coloro che adoperano la violenza contro i propri simili per usurpare il potere.

Impegno di vita: Oggi e in questa settimana, ci impegniamo a coltivare l’amore verso ogni persona che incontriamo, a partire da quelle più vicine, riconoscendo Gesù  in esse ed offrendo la nostra accoglienza, ascolto, disponibilità, perdono e misericordia.

Leggi tutto...

SR ALDA DO AMARAL

  • Pubblicato in Suore

Oggi, 23 giugno 2018, la Provincia San Gabriele della Vergine Addolorata, S. Paolo (Brasile), annuncia che ha raggiunto la Comunità Passionista del cielo

SR ALDA DO AMARAL

Sr Alda è nata il 13 febbraio 1932, ha professato il 29 marzo 1948 e apparteneva alla Comunità Passionista Lareira S. José (S. Paolo).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.