Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Blog&News Passioniste

Novena alla Vergine Addolorata, Regina della nostra Congregazione, 2020 (day 1)

Durante questa novena ci uniamo a Cristo Riparatore, insieme a Maria, la Madre che con il Figlio prolunga la sua Passione nella storia di tutti i Figli.

Gesù sarà in agonia fino alla fine del mondo; non bisogna dormire durante questo tempo ((B. Pascal, Pensieri, 553)

PRESENTAZIONE: Il Pontefice Benedetto XVI nell’udienza del mercoledì 8 aprile 2009, commentando il celebre inno contenuto nella lettera ai Filippesi (cfr 2, 6-11) commenta: “La morte di Cristo richiama il cumulo di dolore e di mali che grava sull’umanità di ogni tempo: il peso schiacciante del nostro morire, l’odio e la violenza che ancora oggi insanguinano la terra. La passione del Signore continua nella sofferenze degli uomini”. Associata alla Passione di Cristo è Maria alla quale il Figlio affida Giovanni ed in lui tutti i figli. Se continua la passione di Cristo continua anche quella della Madre. Sull’esempio di Giovanni anche noi accogliamo Maria come Madre, Maestra e Guida e ci uniamo a lei che condivide anche oggi il dolore del Figlio nel dolore dell’umanità. Per questo ci impegniamo a vivere in maniera speciale la nostra missione di passioniste chiamate a intercedere e a riparare le grandi offese che l’umanità rivolge a Dio e all’essere umano, creato a sua immagine.
Maria è nostra madre e guida che attualizza i suoi richiami materni nella storia odierna e ci invita a intercedere, riparare con la preghiera e la vita. Unite al suo fiat facciamo nostro l’invito della Chiesa che ci parla tramite il suo Magistero: Non abbiamo fatto nulla per il Gesù agonizzante di allora, cosa possiamo fare per il Gesù che agonizza oggi?
*****
La nostra novena si ispira – illuminata dalla Parola di Dio - agli interventi-messaggi di Maria (riconosciuti dalla Chiesa) trasmessi durante alcune apparizioni che hanno raggiunto diverse parti del mondo. Maria continua ad essere la donna sollecita di Cana che vuole offrire all’umanità il vino nuovo che è Gesù.
Buona preparazione alla festa dell’Addolorata, Regina della nostra Congregazione, 2020

IL FIAT DI MARIA NELLA NOSTRA STORIA
IL NOSTRO FIAT IN COMUNIONE CON IL DOLORE DELL’ADDOLORATA
CHE PATISCE LA PASSIONE DI CRISTO NELLA STORIA DI IERI E DI OGGI

Novena alla Vergine Addolorata, settembre 2020

+ O DIO VIENI A SALVARMI…
Intenzioni del giorno, secondo il Calendario della Congregazione e delle sorelle defunte

P.: (insieme) Ti veneriamo Maria, madre, maestra, guida e regina della Nostra Congregazione nel ricordo degli eventi della tua vita. Nell’essere scelta come Madre del Figlio di Dio, hai ricevuto tutti i doni e le grazie necessarie per adempiere questa missione. Celebrando le tue glorie lodiamo Dio per il suo inestimabile amore verso di noi manifestatosi nell’opera della Redenzione, nella quale come Madre sollecita e addolorata hai profuso la tua maternità misericordiosa. - Di te si dicono…

• Al posto dell’Angelus tradizionale si propone il seguente secondo i giorni del Rosario

Domenica:
- Gli apostoli ritornarono a Gerusalemme; e salirono alla stanza alta ove abitavano.
- Erano assidui nella preghiera con Maria la Madre di Gesù. Ave…

-Tutti erano assidui nel frequentare il tempio e spezzavano il pane prendendo i pasti con letizia e semplicità di cuore...
-Con Maria, la Madre di Gesù. Ave…

-Nel cielo apparve poi un segno grandioso.
-Una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. Ave…

P.: CON MARIA ADDOLORATA, REGINA DELLA FAMIGLIA PASSIONISTA, MADRE, MAESTRA E GUIDA DELLA NOSTRA CONGREGAZIONE, OFFRIAMO ALLA TRINITÀ LA NOSTRA GIORNATA:

Mio Dio, trinità santissima, mi unisco alla lode perenne di tutto il creato per adorarti, amarti ringraziarti. Senza di te sono nulla, ma poiché mi chiami a partecipare al mistero della Redenzione, ti offro nelle piaghe di Gesù tutte le azioni, i pensieri, le gioie, le sofferenze di questo giorno come atti di riparazione per i peccati del mondo. Con Maria ai piedi della Croce voglio dirti il mio “SI” per vivere “oggi” la Passione di Gesù e con lui ottenere la salvezza di tutti gli uomini. – (si continua…)
Trinità santa, tu che hai illuminato il nostro Padre Paolo della Croce nel riconoscere, vivere e annunciare il carisma della Passione, tramite l’intercessione di Maria, Madre rivestita a lutto per la morte del suo figlio, continua a farci dono della sua presenza materna.
Padre Santo, aiutaci a leggere, come te, gli appelli che Maria, Madre Addolorata, ci rivolge nell’oggi della storia. Aiutaci a leggere i “segni” del divino nelle sue lacrime. Donaci il coraggio di rispondere con la vita al suo invito alla conversione, alla preghiera, alla testimonianza e ad essere memorie grate e credibili dell’amore Crocifisso per la salvezza dell’umanità.

PRIMO GIORNO:

Contempliamo il pianto di Maria a La Salette perché, anche oggi, Cristo continua ad essere tradito, abbandonato e rifiutato.

LA STORIA: Il 19 settembre 1846, circa alle tre del pomeriggio, su una montagna vicina al villaggio di La Salette-Fallavaux, (Francia) due ragazzi, una pastorella di quindici anni di nome Mélanie Calvat e un giovane pastore di undici anni di nome Maximin Giraud, stanno pascolando le mucche. Secondo il loro racconto, l'apparizione si compone di tre fasi. Nella prima appare in una luce risplendente una bella signora, vestita in una foggia straniera e seduta su una roccia, in lacrime e con la testa fra le mani, nel luogo chiamato ravin de la Sezia. Nella seconda fase la signora si alza e, parlando ai due ragazzi sia in francese che nel dialetto locale, affida loro un messaggio diretto all'intera umanità e quindi da diffondere universalmente. Dopo essersi lamentata per le empietà e i peccati degli uomini, che comportano l'eterno allontanamento da Dio e quindi l'inferno se avessero perseverato nel male, la signora annuncia il perdono per chi si converte. Successivamente comunica a ciascuno dei due fanciulli un segreto, prima di scomparire nel cielo, al di sopra del Mont-sous-les-Baisses (terzo momento dell'apparizione).

P.: A La Salette Maria si manifesta in lacrime. È una madre che piange, soffre e intercede per noi. Maria piange perché il popolo bestemmia Dio per ogni piccola difficoltà. Non santifica le feste. È ingrato. Non prega. Quando va in chiesa ci va solo per “burlarsi della religione e per occupare il tempo”. È Addolorata perché molti sacerdoti vivono una vita dissipata e sono avidi di denaro. I consacrati rimettono Cristo sulla Croce.
I Capi di Stato, dimentichi del benessere del popolo, hanno dimenticato la preghiera e la penitenza. Ognuno cerca il proprio profitto e mette da parte la fede. Il potere delle tenebre sembra dominare. I raccolti sono pessimi; il grano e le viti sono rovinati dai parassiti.
Maria piange perché i suoi figli dimenticano l’amore e la misericordia del Padre e rendono vano il sacrificio del Figlio. Domanda riparazione, riconciliazione e obbedienza alla legge di Dio e citando la carenza dei raccolti vuol dire ai suoi figli che, per Dio, le cose divine sono direttamente collegate con gli sviluppi delle cose terrene.
Dio non è lontano dalla nostra quotidianità. Dio e la Madre sua profumano di cibo e di atti quotidiani…

FATE QUELLO CHE EGLI VI DIRÀ
Dal profeta Abacuc 3, 2, 17-19
Signore, ho ascoltato il tuo annunzio, Signore, ho avuto timore della tua opera. Nel corso degli anni manifestala, falla conoscere nel corso degli anni. Nello sdegno ricordati di avere clemenza. Il fico infatti non germoglierà, nessun prodotto daranno le viti, cesserà il raccolto dell'olivo, i campi non daranno più cibo, i greggi spariranno dagli ovili e le stalle rimarranno senza buoi. Ma io gioirò nel Signore, esulterò in Dio mio salvatore. Il Signore Dio è la mia forza, egli rende i miei piedi come quelli delle cerve e sulle alture mi fa camminare.

Silenzio orante - Meditiamo personalmente:
-Come santifico e insegno a santificare la festa ?
-Come valorizzo la monotonia della quotidianità… come ravvivo la presenza di Dio e di Maria nella vita di ogni giorno?
-Mi esercito con fede a leggere i segni della sua presenza?
-Che efficacia ha la preghiera nella mia vita?

P.: Sorelle carissime, rispondiamo all’invito che Maria, in questo momento, rivolge a ciascuna di noi e alle nostre comunità. Unite alle sue intenzioni di Madre, preghiamo:

Madre Addolorata, intercedi per noi.

-Perché i popoli riscoprano la bellezza e la santità della festa, giorno del Signore. Madre…
-Perché le nostre comunità ravvivino la fede, lo spirito di orazione e di comunione che trasformano la vita quotidiana in testimonianza di santità. Madre…
-Perché nelle persone si rafforzi la consapevolezza che fede e vita sono inseparabili e ognuno accolga le fatiche e le gioie della quotidianità alla presenza di Dio. Madre…
-Perché tra gli uomini cessi la cattiva abitudine della bestemmia, del turpiloquio e dei sacrilegi. Madre…
-Perché in ciascuno di noi cresca la gratitudine e la gratuità per tutti i doni che riceviamo dal Padre della Misericordia. Madre…
-Perché la nostra Congregazione riscopra e testimoni la bellezza della missione carismatica a intercedere e a riparare perché l’umanità ritorni al Cuore di Cristo. Madre…

PREGHIAMO INSIEME: Ricordati, o Nostra Signora de La Salette, delle lacrime che hai versato per noi sul Calvario. Ricordati anche della continua sollecitudine che hai per noi, tuo popolo, affinché nel nome di Cristo Gesù ci lasciamo riconciliare con Dio. Dopo aver fatto tanto per noi tuoi figli, Tu non puoi abbandonarci. Confortati dalla tua tenerezza, o Madre, noi Ti supplichiamo, malgrado le nostre infedeltà e ingratitudini. Accogli le nostre preghiere, o Vergine Riconciliatrice, e converti i nostri cuori al tuo Figlio. Ottienici la grazia di amare Gesù sopra ogni cosa e di consolare anche Te, con una vita dedicata alla gloria di Dio
e all’amore dei nostri fratelli. Amen

Canto : MADRE, IO VORREI

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.