Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-
Congregazione Passioniste

Congregazione Passioniste

URL del sito web:

Novena in preparazione alla solennità di Pentecoste 2020 (Day 6)

Sesto giorno:

“Vieni Spirito Santo, vieni per Maria”!
Tu, mensa che porti pienezza di doni, la luce ineffabile Tu hai dato! – Vieni…
Per Te con la terra esultano i cieli/ per te, con i cieli tripudia la terra. – Vieni…
Dai la vita all'Autore della vita. – Vieni…

Insieme: Ti ringraziamo Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio, per aver suscitato nella Chiesa il carisma della Passione per mezzo di san Paolo della Croce e di Maria Maddalena. Per loro intercessione donaci la grazia della perseveranza fedele e gioiosa, concedici il dono delle vocazioni e l’audacia della profezia.

“La Scienza è lo sguardo ricomposto nell’unità di anima e di corpo, è conoscenza del bene e del male”

G.: Avere il dono della scienza non equivale alla decisione di decidere in maniera autonoma ciò che è bene e ciò che è male. Essa è capacità di discernimento fra l’azione buona e l’azione difforme dalla volontà di Dio. Rivendicare a sé la decisione significa rinnegare la nostra creaturalità, cioè è la forma degenerata della conoscenza. L’essere umano non decide il bene e il male ma dispone della ragione per distinguerli. Male è ciòche produce fallimento, sofferenza, chiusura, discordia, menzogna… è tutto ciò che opprime il prossimo.
Scienza è fare i conti con se stessi e dare forma all’essere umano che è in noi secondo il progetto di Dio.
Ciò avviene quando noi viviamo da figli e figlie del Padre ed eliminiamo dal nostro cuore le zavorre del rancore, dell’inquinamento del peccato e ci educhiamo, con la sua grazia, a diventare “sua gloria vivente”.  – Canto…

Intenzione di preghiera: Preghiamo per coloro che, in forza del loro lavoro hanno la possibilità di influire sulle grandi decisioni della vita: scienziati, medici, legislatori, avvocati etc… perché ricerchino, decidano e attuino sempre per il bene dell’umanità, per la difesa della vita dal suo concepimento alla morte, promuovano il bene e la pace fra le nazioni a difesa dei più deboli.  

La Parola di Dio è Spirito e Vita
Il Signore Dio prese l'uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse. Signore Dio diede questo comando all'uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti». (Gn 2, 15-17)
Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro. (Lc 6,31)
Quando dunque ebbe lavato loro i piedi e riprese le vesti, sedette di nuovo e disse loro: «Sapete ciò che vi ho fatto?  Voi mi chiamate Maestro e Signore e dite bene, perché lo sono. Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri.  Vi ho dato infatti l'esempio, perché come ho fatto io, facciate anche voi. (Gv 13, 12-15)

Silenzio orante

Preghiamo: (2 soliste +)

  • Dono della Scienza, tu, giorno dopo giorno ci fai capire che il fine della nostra vita è la felicità. Aiutaci a coltivare la tensione per possederla attraverso la conversione alla via indicata da Gesù nei Comandamenti e nelle Beatitudini.
  • Coltiva in noi e tra noi i legami di cittadinanza, di solidarietà, di fede che ci affidano gli uni agli altri ad immagine della Comunione Trinitaria. Fa’ che serviamo la giustizia e sappiamo ridurre i molteplici “bisogni” che soffocano il cuore, non ci rendono cooperativi per il bene comune e non ci rendono costruttori di umanità e di santità.

Insieme: Liberaci dalla solitudine dell’individualismo, dalla scelta di chi ci piace e trasforma questi nostri cuori di pietra in cuore di carne, cuori che diventano dimora di una nuova cultura della vita, della storia e della società.

 

Novena in preparazione alla solennità di Pentecoste 2020 (Day 5)

Quinto giorno:

“Vieni Spirito Santo, vieni per Maria”!
Scala celeste che ha disceso l'Eterno. – Vieni…
Ponte che gli uomini porti nel cielo. – Vieni…
Tu, primo prodigio di Cristo! – Vieni…
Tu, campo di ogni Grazia fecondo. – Vieni…

Insieme: Ti ringraziamo Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio, per aver suscitato nella Chiesa il carisma della Passione per mezzo di san Paolo della Croce e di Maria Maddalena. Per loro intercessione donaci la grazia della perseveranza fedele e gioiosa, concedici il dono delle vocazioni e l’audacia della profezia.

“Tutto posso in colui che è la mia forza” (Fil 4, 13)

G.: La fortezza è una virtù che ha molte sfumature sia dal punto di vista umano che come virtù cardinale. Coltivare in sé il dono della fortezza, consolidarlo, condividerlo è una fondamentale risorsa che arricchisce l’esistenza propria e della comunità civile. La fortezza cristiana, dono dello Spirito è semplicità, umiltà, coraggio, laboriosità, felicità di vivere, libertà da paure e viltà. Essere forti è essere nella verità e decidere l’orientamento di vita in coerenza con essa, accettare se stessi e coltivare l’interiorità. Fortezza è un cuore rivolto al bene una volontà decisa a realizzarlo. Forte è colui che è determinato a non subire il male ma a gestirlo senza cadere nei compromessi vili o violenti. Il forte è paziente, comprensivo e amante, lavora su se stesso con umiltà, riconoscendo i suoi limiti e agendo in comunione con la Grazia di Dio.

Canto…

Intenzione di preghiera: Preghiamo, oggi, per tutte le persone che sono perseguitate, emarginate, derise e torturate a causa della razza, della cultura e della religione. Lo Spirito doni loro la forza di vincere il male con il bene, la violenza con la mitezza. La loro fortezza diventi una risorsa per l’umana società e raggiunga il cuore dei loro persecutori perché comprendano e vincano con la grazia di Dio la malvagità delle loro azioni.

La Parola di Dio è Spirito e Vita

“Fortezze sulle rocce saranno il suo rifugio” (Is 33, 16)
Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.  Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia.  Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia. (Mt 7, 21-25)
Accostandovi a [Cristo], pietra vivente, rifiutata dagli uomini ma davanti a Dio scelta e preziosa, anche voi, come pietre viventi, siete edificati per formare una casa spirituale, un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali, graditi a Dio per mezzo di Gesù Cristo. Infatti si legge nella Scrittura: «Ecco, io pongo in Sion una pietra angolare, scelta, preziosa e chiunque crede in essa non resterà confuso». Per voi dunque che credete essa è preziosa; ma per gli increduli la pietra che i costruttori hanno rigettata è diventata la pietra angolare, pietra d’inciampo e sasso di ostacolo. (1Pt 2, 6-8) 

Silenzio orante 

Preghiamo: (solista e assemblea)

  • Fortezza, dono dello Spirito, ridacci il gusto di bramarti, perché tuo è il coraggio, tua la volontà di affrontare ostacoli, gustando il sapore del sacrificio per amore.
  • Donaci uno sguardo attento alla vita e ai valori che contano, alla purezza delle relazioni, al gusto del dovere compiuto, alla forza della prova che purifica, alla testimonianza che lotta contro ogni forma di oppressione e di sfruttamento.
  • Insegnaci la sobrietà della parola che costruisce e dell’armonia nelle relazioni. Donaci il coraggio di arrenderci allo Spirito.
  • Ricordaci che la salvezza, dono di Dio è anche frutto della nostra libertà e insegnaci a vivere da profeti nel nostro tempo.

Novena in preparazione alla solennità di Pentecoste 2020 (Day 4)

Quarto giorno:

“Vieni Spirito Santo, vieni per Maria”!
Vetta sublime di umano intelletto, abisso profondo agli occhi degli angeli. – Vieni…
Stella di ogni nuovo mattino. In Te fu elevato il trono del Re. – Vieni…
Tu porti Colui che tutto sostiene; per Te si rinnova il creato. – Vieni…

Insieme: Ti ringraziamo Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio, per aver suscitato nella Chiesa il carisma della Passione per mezzo di san Paolo della Croce e di Maria Maddalena. Per loro intercessione donaci la grazia della perseveranza fedele e gioiosa, concedici il dono delle vocazioni e l’audacia della profezia.

 “Il Consiglio è disporre di una luce che illumina

la Vita. ‘Maestro, che devo fare per avere la vita eterna?’” (Lc 10, 25)

G.: Il dono del consiglio ci è dato perché ricerchiamo la Luce per una crescente chiarezza, nel dono reciproco, in vista della meta che è Dio. È riconoscere che c’è una fonte autorevole a cui possiamo riferirci e senza la quale perdiamo opportunità per vivere una autentica qualità di vita. Il consiglio, insieme alla riflessione e all’ascolto è determinante per la chiarezza del cammino. “Lascia la tua terra e vieni nella terra che io ti mostrerò (cf. Gen 12,1). Tra le sette opere di misericordia spirituale, inoltre, troviamo anche quella di “consigliare i dubbiosi”.
È un compito da svolgere in ogni ambito: nella famiglia, nella comunità, nella società civile. La persona deve essere aiutata ad essere medico di se stessa, nel cambiamento degli stili di vita, ponendosi in atteggiamento di ascolto del Maestro interiore che fa ardere il cuore come ai discepoli di Emmaus.

Canto…

Intenzione di preghiera:
Preghiamo per tutte le sorelle della Congregazione che, in varie forme, sono chiamate a “consigliare”, a “educare” e orientare le persone a loro affidate. Invochiamo su tutte il dono dello Spirito perché tramite l’ascolto, il dialogo, l’offerta della sofferenza e la testimonianza di vita, aiutino le persone a trovare Cristo, via, verità e vita.

La Parola di Dio è Spirito e Vita
Ed ecco in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio distante circa sette miglia da Gerusalemme, di nome Emmaus, e conversavano di tutto quello che era accaduto.  Mentre discorrevano e discutevano insieme, Gesù in persona si accostò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano incapaci di riconoscerlo. […]. Ed egli disse loro: «Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. Quando furon vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: «Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino». Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma lui sparì dalla loro vista. Ed essi si dissero l'un l'altro: «Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le Scritture?». E partirono senz'indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone». Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane. (Lc 24, 13-16, 25-35)

Silenzio orante 

Preghiamo (2 soliste):

  • Dono del Consiglio, io chiedo alla vita certezza per vedere. Concedimi che io usi i doni che tu mi hai affidato come un capitale da mettere a frutto per trarre da me stessa quell’umanità che sono chiamata a diventare.
  • Libera la mia libertà da tutti condizionamenti interni ed esterni. Liberami dalla presunzione, dall’orgoglio, dal desiderio di apparire e di avere e dire sempre l’ultima parola.
  • Dammi luce per capire i miei errori. Mostrami il mio vero volto.
  • Fammi superare ogni forma di disperazione e di scoraggiamento, come l’emorroissa che tocca il tuo mantello, come Giairo che invoca l’aiuto del Maestro per la salvezza della figlia.
  • Come Nicodemo che sceglie la notte per cercarti. Fammi superare le finzioni delle diplomazie e delle tortuosità che cercano solo il bene personale e fuggono la ricerca faticosa della libera verità.

Insieme: Fai progredire la mia umanità nella ricerca di ciò che mi impedisce di essere persona a tua immagine e rivolgi il mio essere all’essenziale, solo attenta e fiduciosa alla voce dello Spirito che mi orienta al Bene assoluto che fa ardere il mio cuore.

Novena in preparazione alla solennità di Pentecoste 2020 (Day 3)

TERZO GIORNO

“Vieni Spirito Santo, vieni per Maria”!

Maria, resta con noi. Resta con noi per educarci alla vera profezia. – Vieni…
Maria, resta con noi, per formarci alla vera preghiera e al vero servizio. Vieni…
Fà delle nostre comunità luoghi di vita e di verità, di carità e di pace, di coraggio e di speranza. Vieni Spirito…
Aiutaci ad essere testimoni del Tuo Figlio Risorto: mantienici fedeli al Suo Vangelo.  Vieni Spirito…

Insieme: Ti ringraziamo Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio, per aver suscitato nella Chiesa il carisma della Passione per mezzo di san Paolo della Croce e di Maria Maddalena. Per loro intercessione donaci la grazia della perseveranza fedele e gioiosa, concedici il dono delle vocazioni e l’audacia della profezia.

Il dono dell’intelletto.

“La mia testimonianza è vera, perché so da dove vengo e dove vado  (Gv 8, 14)

G.: L’intelletto è il dono che ci aiuta ad affrontare, con consapevolezza costante e responsabile, le domande che riguardano il nostro destino presente e definitivo. Con esso, noi decidiamo ciò che è bene e ciò che è male. L’intelletto ci aiuta a portare a consapevolezza le scelte e determinarle alla luce della coscienza formata al retto pensare, discernere e agire. Il dono dell’intelletto mette a frutto la nostra libertà, naturalmente illuminata dalla grazia e ci indica i confini entro i quali ciascuno/a di noi è chiamato/a a porre in atto le sue decisioni.  

Canto…

Intenzione di preghiera: Preghiamo oggi per coloro che hanno ruoli di responsabilità nella vita sociale. Lo Spirito Santo illumini i loro cuori con i suoi doni perché prendano decisioni volte al bene comune. Con la loro testimonianza aiutino i cittadini a vivere con senso di responsabilità e di coerenza civica nel rispetto delle regole e dei valori umani e cristiani che regolano la vita civile.

La Parola di Dio è Spirito e Vita

 Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo.  Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze.  Questi precetti che oggi ti dò, ti stiano fissi nel cuore; li ripeterai ai tuoi figli, ne parlerai quando sarai seduto in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai. Te li legherai alla mano come un segno, ti saranno come un pendaglio tra gli occhi e li scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte. Temerai il Signore Dio tuo, lo servirai e giurerai per il suo nome. Non tenterete il Signore vostro Dio come lo tentaste a Massa. Osserverete diligentemente i comandi del Signore vostro Dio, le istruzioni e le leggi che vi ha date.  Farai ciò che è giusto e buono agli occhi del Signore, perché tu sia felice ed entri in possesso della fertile terra che il Signore giurò ai tuoi padri di darti. (Dt 6, 4-9, 13, 15-18)

Silenzio orante 

Preghiamo: (2 solisti)

  • Dono dell’intelletto, nel santuario della mia coscienza, guidami alla verità senza giudicarla.
  • Guidami nel discernimento del bene nelle mie azioni personali, comunitarie e sociali.
  • Sentimento dell’illuminato pensare deponi nella mia coscienza la fiamma del retto pensare, scegliere e agire.
  • Destami all’ascolto del bene, strappami dall’oscuro egoismo, dall’inedia dell’accidia spirituale e conducimi alla verità.
  • Ricordami le radici del mio essere, del mio cammino, del mio fine.
  • Presiedi ogni mio pensare perché ogni mia azione, da te illuminata, sia desta a celebrare la potenza della bontà del Signore che abita nella mia anima.

Insieme: Fammi amare il bene, ravviva la mia volontà nel cercare la luce vera che illumina ogni uomo. Cristo, salvatore mio e dell’umanità fa’ che mi affidi completamente allo Spirito fino all’incontro definitivo con la LUCE.

Novena in preparazione alla solennità di Pentecoste 2020 (Day 2)

Secondo giorno:

“Vieni Spirito Santo, vieni per Maria”!

Ti veneriamo, mediatrice di tutte le grazie.  - Vieni Spirito…
Ti contempliamo immagine compiuta delle speranze dell'umanità. – Vieni…
Tu che eri presente quando il fuoco della Pentecoste è sceso sugli Apostoli, e ora sei presente in mezzo a noi, la Chiesa di oggi.  - Vieni Spirito… 

Insieme: Ti ringraziamo Spirito Santo, che procedi dal Padre e dal Figlio, per aver suscitato nella Chiesa il carisma della Passione per mezzo di san Paolo della Croce e di Maria Maddalena. Per loro intercessione donaci la grazia della perseveranza fedele e gioiosa, concedici il dono delle vocazioni e l’audacia della profezia.

“Il desiderio della Sapienza conduce al Regno” (Sap 6, 20)

 G.: Trovare la sapienza è compito dell’essere umano. Sapienza è: accogliere la vita, prenderla fra le mani, coltivarla, metterla a frutto, alimentarla di virtù, condividerla con chi è meno fortunato ed è segnato dalla malattia, dalla fame, dalla solitudine.
La sapienza è umiltà, è servizio, è porsi in rispettoso dialogo con la vita, udirne i richiami per riconoscere i tempi di Dio, l’ora della grazia che passa.
La sapienza ci pone di fronte alla “PRESENZA” e ci fa temere Dio per evitare il male e scegliere il bene. Ci aiuta a vincere l’autosufficienza e a optare concretamente per una vita di comunione, di relazioni vere frutto di un ascolto attento e rispettoso degli altri.

Canto…

Intenzione di preghiera: Preghiamo per la Congregazione perché sappia riscoprire in ogni evento la Sapienza di Dio che opera nell’oggi della storia.
Ogni religiosa si ponga sulla strada di Gesù Maestro e di Maria la Madre addolorata e guidata dallo Spirito scopra l’impronta della SS.ma Trinità nella missione quotidiana, si abbandoni fiduciosa alle sue ispirazioni e scelga sempre Dio come l’assoluto della Vita.

La Parola di Dio è Spirito e vita

La sapienza è splendida e non sfiorisce,
facilmente si lascia vedere da coloro che la amano
e si lascia trovare da quelli che la cercano.
Nel farsi conoscere previene coloro che la desiderano.
Chi si alza di buon mattino per cercarla non si affaticherà,
la troverà seduta alla sua porta.
Riflettere su di lei, infatti, è intelligenza perfetta,
chi veglia a causa sua sarà presto senza affanni;
poiché lei stessa va in cerca di quelli che sono degni di lei,
appare loro benevola per le strade
e in ogni progetto va loro incontro.
Suo principio più autentico è il desiderio di istruzione,
l’anelito per l’istruzione è amore,
l’amore per lei è osservanza delle sue leggi,
il rispetto delle leggi è garanzia di incorruttibilità (Sap 6, 12-18)

Silenzio orante  

Preghiamo: (solista e assemblea)

  • Sapienza, che irrori la nostra mente di verità, apri il cuore all’ascolto, introducimi alla conoscenza, orienta la mia volontà al dialogo e al sapere pratico della carità.
  • Aiutaci a condividere il pane del corpo e il pane della misericordia che perdona ed è felice di essere perdonata. Facci gustare l’incontro come dono di noi stessi all’altro e aprici all’accoglienza di chi si dona a noi in tante forme.
  • Donaci l'entusiasmo per le “cose di Dio”, per essere “famiglia” in te e con te.
  • Aiutaci a comprendere il valore del quotidiano nei suoi dettagli di servizio, nel lavoro, nella preghiera di lode, nella responsabilità comune, nella comunione costruita nella pace e nella stima.
  • Consolida in noi il bene che possiamo produrre certe che “Senza di Te non possiamo fare nulla” (cf Gv 15,5).

Atto riparativo

ATTO DI RIPARAZIONE (22 maggio 2020 - Delegazione Divina Misericordia)

LA MINACCIA DELLA DISOCCUPAZIONE

Il crescente tasso di disoccupazione nel mercato del lavoro nel nostro mondo è considerato come uno dei principali fattori che contribuiscono ai mali sociali nel tessuto del nostro mondo. La mancanza di lavoro può portare a depressione, bassa autostima, ansia e altri problemi di salute mentale, che spesso influiscono anche sul rapporto con Dio.
San Paolo e in generale nella Bibbia, viene sottolineatala la dignità del lavoro e Papa Francesco afferma: "E’ un fenomeno, quello della disoccupazione - della mancanza e della perdita del lavoro - che si sta allargando a macchia d’olio in ampie zone … e che sta estendendo in modo preoccupante i confini della povertà. E non c’è peggiore povertà materiale, mi preme sottolinearlo, di quella che non permette di guadagnarsi il pane e che priva della dignità del lavoro.”

Oggi e in questa settimana vogliamo riparare:

  • L'avidità dei nostri leader di governo che ha portato alla sofferenza di molti a causa della mancanza di lavoro
  • L'ingiustizia sociale subita dalle vittime della disoccupazione nella nostra società.
  • Impegno di vita:
  • Vogliamo impegnarci di più nella preghiera per i nostri leader e politici, perché siano mossi da amore e servizio verso il popolo e favoriscano lo sviluppo del lavoro.
  • Cercheremo di utilizzare tutte le vie a nostra disposizione per parlare contro la disoccupazione nella nostra società e incoraggiare anche i giovani ad acquisire competenze che possano far loro guadagnare un lavoro autonomo.

Preghiera:
Dio onnipotente, ogni tua creatura ha bisogno di un lavoro per sopravvivere, senza di esso si sente preoccupato perché non può provvedere ai suoi bisogni primari. Signore, tu conosci i bisogni, le lotte e le crisi che affronti ogni giorno chi è senza lavoro. Ascolta il grido di frustrazione dei tanti disoccupati e concedi loro un lavoro adeguato che permetta di provvedere ai bisogni delle loro famiglie, affinché possano continuare a servirti nella pace e nella gioia. Per Cristo nostro Signore.

Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.