Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Cristo Crocifisso è il mio Alleluia.

(1898-1961)

Fu una personalità ricca nella sua semplicità. Unirsi a Dio, perdersi in Lui fu lo scopo della sua vita che animò di orazione costante e fedele. Apostola della gioventù di Signa, attirava per la sua fede e per l'amabilità del suo tratto. Riversò lo stesso amore e dedizione sulle Suore, quando fu chiamata al servizio di autorità.

Maria Lina Tozzi, futura Sr Luisa di S. Giuseppe, nasce a Borgo a Mozzano (Lucca) il 25 gennaio 1898. Molto giovane, manifesta ai genitori il desiderio di entrare in convento, ma riceve tante opposizioni, al punto che il papà le proibisce di frequentare la Chiesa e le sue amiche della parrocchia; riceve tante mortificazioni, ma alla fine la sua dolcezza e pazienza vincono l'ostilità della mamma, che però la inviterà a tornare a casa fino al giorno della Vestizione.
Portata alla vita interiore e alla preghiera, sembra sempre unita a Dio, cosa che traspare dal suo sguardo e dal suo modo di fare: ha donato tutto a Lui ed è convinta che tre sono gli aspetti fondamentali della religiosa passionista: aderire alla volontà di Dio, accettare le sofferenze come mezzo di purificazione, redenzione e santificazione, amare con carità il prossimo.
L'intensa vita interiore non la allontananò dalla concretezza del donarsi quotidiano; si dona senza sosta nelle varie attività svolte nell'apostolato: non perdere tempo, usarlo tutto per Dio, donarsi fino all'ultimo istante, questa è la sua preoccupazione. Compiuti gli studi a Firenze, svolge la sua attività come insegnante nell'Istituto Beata Giovanna a Signa; vi si dedica con amore, mirando più che al semplice e puro insegnamento, alla formazione umana e cristiana dei suoi allievi. Nello stesso periodo svolge un intenso apostolato parrocchiale nella Pieve di Signa. Aiutata da alcune consorelle e da alcuni laici, vi impianta l'Azione Cattolica femminile e incoraggia la sezione maschile: quasi tutta la gioventù signese di quegli anni ha sentito il suo influsso.
Nel 1937 viene nominata provinciale: è la prima superiora della Provincia Addolorata, appena eretta con sede nella comunità di Beata Giovanna. La sua attività cambia, ora è diretta alle suore, per le quali non si risparmia. In tempo di guerra non esita ad affrontare viaggi rischiosissimi e pericolosi per andare ad incoraggiarle nelle comunità più lontane. È per lei particolarmente triste l'anno 1944-45 perché, interrotte tutte le comunicazioni in Italia a causa della guerra, non può visitare le comunità e rimane priva di ogni notizia dalle Suore. Riversa sulle suore tutte le sue capacità fisiche e spirituali e per esse è una vera madre. Le incoraggia ad essere gioiose nel servizio e a non avere altro interesse che le anime da condurre a Dio.
Colpita da una dolorosissima malattia, che ella accoglie con la pacificazione e adesione serena di sempre alla volontà di Dio, muore a Casa Madre il 23 aprile 1961. Ha 63 anni. È ancora ricordata con affetto e venerazione da quanti hanno avuto il dono di conoscerla.

(Come hanno testimoniato, pp. 251-275).

Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.