Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Articoli filtrati per data: Novembre 2020

Presentazione della Beata Vergine Maria

Oggi festa della Presentazione della Beata Vergine Maria al tempio contempliamo una bambina che si dà completamente al Signore.
E' commovente vedere una bambina attirata dalla santità di Dio, che vuol darsi a Dio, una bambina che capisce che l'opera di Dio importante, che bisogna mettersi al Suo servizio, ciascuno con le proprie capacità, aprirsi a Dio; una bambina che capisce che non si può compiere l'opera di Dio senza essere santificati da lui,
senza essere consacrati da lui, perché non è possibile neppure conoscere la volontà di Dio, se il peso della carne ci chiude gli occhi.
Questa festa ci fa scoprire chi siamo davvero e come Possiamo esprimere a pieni la nostra identità, la Nostra vocazione.

Leggi tutto...

Giubileo di Vita Religiosa e Professione Perpetua

La Provincia San Giuserppe - invita ad unirsi con gioia all'azione di grazie per il :

Giubileo di 25 anni di vita Religiosa di:

Sr. Lugdargis Teku
Sr. Adriana Tut
Sr. Klara Biru
Sr. Waldetrudis Gisi
Sr. Reineldis Jawa
Sr. Martha Wahyuningsih
Sr. Tiyana Sovinana
Sr. Helena Inca
Sr. Katarina Bangi

e per la Professione Perpetua di:

Sr. Gerida Lero
Sr. Agustina Pili Gale
Sr. Bibiana
Sr. Katarina Mawarni
Sr. Lina Luliana
Sr. Yusta Ucin
Sr. Floriana D. Ranna
Sr. Yohana Barek
Sr. Rosalina
Sr. Rosniarti

La celebrazione avrà luogo il giorno 21 novembre 2020 a Malang, Indonesia.

Leggi tutto...

Giubileo di 300 anni di fondazione della Congregazione della Passione

Pubblichiamo con gioia l'articolo che Avvenire, il quotidiano ei Vescovi Italiani, dedica al Giubileo di 300 anni di fondazione della Congregazione della Passione. Noi, come parte viva della Famiglia Passionista, partecipiamo di questa grazia...

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/passionisti-trecento-anni?fbclid=IwAR3g3fdGaQzKImmp54KGeoomJZ82M-lZDGgXdqxAki_dzqXX_dLc_WzonKQ

È la sera fredda e umida del 22 novembre 1720, quando nella cappella dell’episcopio di Alessandria il vescovo Francesco Maria Arboreo di Gattinara riveste della tunica di penitente un giovane uomo, Paolo Francesco Danei. Ha un aspetto che si impone per la sua gravità nonostante i 26 anni. Originario di Ovada, nato in una famiglia di commercianti molto credenti, a 19 anni ha avuto un risveglio alla fede che ha segnato una cesura con il mondo in cui è cresciuto.

Pochi mesi prima, nell’estate del 1720, ha visto interiormente se stesso vestito di una tonaca nera con il nome «Jesu» in lettere bianche. Il 23 novembre, il giorno dopo quella vestizione, Paolo si ritira per 40 giorni in una cella annessa alla sacrestia della chiesa di San Carlo a Castellazzo Bormida, nell’Alessandrino. Lì scrive un suo diario mistico e la prima regola di quella che diventerà poi – dopo grandi fatiche, resistenze e ostacoli – la Congregazione della Passione di Gesù Cristo, i cui membri saranno conosciuti come Passionisti. E il cui fondatore sarà venerato come san Paolo della Croce.

In ricordo di quegli avvenimenti domenica prende il via uno speciale Giubileo per il terzo centenario della congregazione. Il via sarà alle 10.30 nella Basilica romana dei Santi Giovanni e Paolo, in cui si terrà il rito di apertura della Porta Santa seguito dalla Messa presieduta dal cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin.

Ieri papa Francesco per l’occasione ha inviato un messaggio ai Passionisti attraverso il loro superiore generale, padre Joachim Rego, religioso nato in Myanmar e che rappresenta il volto internazionale di una famiglia religiosa presente in una sessantina di Paese. Francesco ricorda all’inizio della sua lettera la necessità di confrontarsi «con i particolari bisogni della storia», motivo per cui «affinché il carisma perduri nel tempo, è necessario renderlo aderente alle nuove esigenze, tenendo viva la potenza creativa degli inizi».

Poi si concentra sulle tre parole scelte dai Passionisti per il loro Anno centenario: «gratitudine, profezia e speranza».

«La gratitudine è l’esperienza che vive il passato nell’atteggiamento del Magnificat e cammina verso il futuro in atteggiamento eucaristico» spiega Bergoglio, «la vostra gratitudine è frutto della memoria passionis». «La profezia è pensare e parlare nello Spirito, possibile a chi vive la preghiera come respiro dell’anima».

La speranza è invece «vedere nel seme che muore la spiga che rende il trenta, il sessanta, il cento per cento». Ovvero, dice con schiettezza il Papa, «si tratta di percepire che nelle vostre comunità religiose e parrocchiali, sempre più assottigliate, continua l’azione generatrice dello Spirito, che rende certi della misericordia del Padre che non ci abbandona. Speranza è gioire per quello che c’è, invece che lamentarsi per quello che manca».

«Auspico che i membri del vostro Istituto possano sentirsi marcati a fuoco» continua Bergoglio, come san Paolo della Croce che definiva la Passione di Gesù «la più grande e stupenda opera dell’amore di Dio» e «di quell’amore si sentiva bruciare e avrebbe voluto incendiare il mondo con l’attività missionaria personale e dei suoi compagni».

Infine un appello a indirizzare l’istanza missionaria della congregazione – «Rinnovare la nostra missione» è l’altra parte dello slogan giubilare – soprattutto verso «i crocifissi di questa nostra epoca: i poveri, i deboli, gli oppressi e gli scartati dalle molteplici forme di ingiustizia». Ricordando che «non è possibile convincere gli altri dell’amore di Dio solo attraverso un annuncio verbale e informativo. Occorrono gesti concreti che facciano sperimentare quest’amore nel nostro stesso amore che si dona condividendo le situazioni crocifisse, anche spendendo la vita sino alla fine...».

Leggi tutto...

SR YOLANDA DEL SOCORRO PALACIO VELEZ

  • Pubblicato in Suore

Il giorno 20 novembre 2020, la Provincia Maria Maddalena Frescobaldi (Colombia), annuncia che ha raggiunto la Comunità Passionista del cielo

SR YOLANDA DEL SOCORRO PALACIO VELEZ

Sr Yolanda è nata il giorno 23 ottobre 1962, ha professato il giorno 14 gennaio 1990 e apparteneva alla Comunità Getsemani. Panama.

Leggi tutto...

Triduo in preparazione alla festa della Presentazione della Beata Vergine Maria - 3°giorno

Triduo in preparazione alla festa della Presentazione della Beata Vergine Maria

3° giorno (20 novembre 2020)

Maria ispiratrice della Famiglia Passionista

Preghiera d’inizio: (da pregare tutti i giorni del Triduo)
O Dio, che hai voluto che la Beata Maria sempre Vergine, abitacolo dello Spirito Santo, fosse presentata al tempio quando era ancora bambina, entrò e dedicò la sua vita a Te, fa' che nel suo esempio e la sua intercessione possiamo offrire anche la nostra vita ogni giorno e meritiamo di essere presenti nel tempio della sua gloria. Per Cristo nostro Signore. Amen!

Guida. La festa della Presentazione fu sempre considerato da San Paolo della Croce come giorno solennissimo e santissimo perché era il giorno anniversario e felice in cui si era licenziato dal mondo. Nello stesso giorno egli desiderò ardentemente di vestire per la prima volta l’abito della Passione ed offrirsi cosi, nel fiore degli anni suoi, alla Maestà divina, ad imitazione della gran Regina che, nel presentarsi al tempio, fece di se stessa un sacrificio tanto gradito al cuore di Dio. Affidiamo al Signore l’intenzione per tutta la Famiglia Passionista.

Canto:

Lettura: Dagli scritti di San Paolo della Croce
« Il giorno della santissima Presentazione di Maria SS.ma faccia la Comunione per me, rinnovi il santo voto di verginità. Chi più vuol piacere a Maria Santissima, bisogna che più s'umili, più s'annichili, perché Maria fu la più umile fra tutte le creature, è perciò piacque a Dio più di tutti per la sua umiltà. Preghi Maria Santissima, che non tardi più ad impetrarle la grazia d'essere vera umile e tutta virtuosa, tutta fuoco d'amore. Faccia in questa solennità ciò che lo Spirito Santo la muoverà a fare, e non stia attaccata a ciò le dico io, ma lasci l'anima in libertà di volare dove l'attrae il Sommo Bene. La preghi anche per me e per i presenti bisogni di Santa Chiesa e di tutto il mondo e per le anime del Purgatorio; e massime per chi siamo più obbligati pregare, per questa minima Congregazione, che Maria Santissima la protegga e la provveda di Santi Operai, perché lei è la Tesoriera delle grazie, e Sua Divina Maestà vuole che passino per le sue mani.” (Lettera L. I, p.119, 349-350)

L.1: Guardando la storia della vita e delle esperienze di fede di S. Paolo della Croce, possiamo vedere chiaramente che, in primo luogo, questo desiderio è stato ispirato da Dio. È evidente che, dopo la sua "conversione", Paolo si è appassionatamente lasciato sopraffare dalla profonda contemplazione di Gesù Crocifisso. In essa scoprì gli effetti trasformanti e le grazie per la sua stessa vita, e vide anche i frutti della conversione portati nella vita di coloro che si lasciavano umilmente abbracciare dall'amore e dalla compassione di Dio mentre meditavano la Passione di Gesù. (Messaggio di P. Joachim Rego, c.p. Superiore Generale)

L.2: Questa spinta a fondare una Congregazione fu ulteriormente alimentata e incoraggiata dai "lumi interiori" che ricevette dalla Madre Addolorata di Gesù "per fondare una Congregazione” i cui membri avrebbero mantenuto vivo il ricordo della Passione di Gesù, come compagni di apostolato che spendessero generosamente la loro vita per custodire, assaporare e condividere con altri la sua fonte e sapienza, nel tempo e nella storia. (Messaggio di P. Joachim Rego, c.p. Superiore Generale)

Silenzio Orante-Riflessione Personale

Canto

Preghiera:
Padre Santo, cui Maria consacrò la sua giovane vita al tuo servizio nel tempio, sostieni il cammino di tutta la Famiglia Passionista affinché seguendo le orme di San Paolo della Croce, siamo capaci di una conversione personale permanente, offrendo noi stesse con generosità e fedeltà creativa nella missione a noi affidata, alla luce dei segni dei tempi. Rinnovando la missione passionista, fa' di noi il vino nuovo di una nuova Chiesa.
Padre Santo, cui Maria, tempio e tabernacolo del Verbo incarnato, per prima ha presentato il vero culto, in spirito e verità, fa' che quanti, nella Chiesa, siamo chiamate alla vita passionista, siamo sempre fedeli alla nostra vocazione. Sull’esempio della nostra Fondatrice, Maria Maddalena Frescobaldi, rendici pane donato per l’umanità, annuncio e testimonianza di carità, di misericordia e di giustizia.
Padre santo, cui Maria, sul Calvario, ha presentato se stessa unitamente al suo unico Figlio Gesù, fa' che la grazia trasformante del tuo Spirito ci renda sempre più conforme a Cristo Crocifisso e Maria Addolorata, nostra Madre, Maestra e Guida. Ravviva in noi lo sguardo misericordioso e appassionato verso le sofferenze del mondo e fa' che la nostra solidarietà sia un segno di gratitudine, profezia e speranza. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore. Amen!

Leggi tutto...

Atto riparativo

20 novembre 2020 (Atto riparativo * Provincia Immacolata)

ABUSO SUI BAMBINI

“Ci rivolgiamo a coloro che sono le prime vittime dell’impoverimento materiale, culturale e spirituale”( Cost.n.14)
L'abuso sui minori è un problema enorme, sentito non solo dalle vittime, ma anche dall'intera società. Come Passioniste siamo chiamate a difendere, accogliere, proteggere, accompagnare ed educare coloro che sono i più vulnerabili, i bambini e le bambine, ragazzi e le ragazze che sono oggetto di abusi familiari, sociali e commerciali.
Gesù ci invita a puntare sul valore della vita e a mettere tutto il nostro impegno nella sua custodia e integrità; Egli si prende cura di ciascuno di noi e ascolta le nostre suppliche «La mia figlioletta è agli estremi; vieni a imporle le mani perché sia guarita e viva». (Mc 5,23).

VOGLIAMO RIPARARE
• Il silenzio complice degli adulti di fronte a tutte le forme di abuso sui minori.
• La mancanza di impegno nella promozione dei diritti dei bambini.
• L’arbitrio di chi non cura e non difende il valore della vita dal concepimento alla morte naturale.

Vogliamo impegnarci a sostenere gli enti governativi - (ONG) che lavorano per la difesa e la protezione dei bambini.

Preghiamo:
Signore Tu che ami l'innocenza dei ragazzi e delle ragazze e vuoi che crescano in libertà, saggezza e amore, proteggili da tutti coloro che cercano di danneggiarli, in modo che nessuno si senta minacciato e i loro diritti non siano violati. Amen.

Leggi tutto...

Triduo in preparazione alla festa della Presentazione della Beata Vergine Maria - 2°giorno

Triduo in preparazione alla festa della Presentazione della Beata Vergine Maria

2° giorno (19 novembre 2020)

Maria modello di risposta alla chiamata del Signore

Preghiera:
O Dio, che hai voluto che la Beata Maria sempre Vergine, abitacolo dello Spirito Santo, fosse presentata al tempio quando era ancora bambina, entrò e dedicò la sua vita a Te, fa' che nel suo esempio e la sua intercessione possiamo offrire anche la nostra vita ogni giorno e meritiamo di essere presenti nel tempio della sua gloria. Per Cristo nostro Signore. Amen!

Guida: Con la sua presentazione al Tempio, Maria vuole rendere esplicito ciò che era già presente fin dalla sua concezione: essere totalmente di Dio, tutta pura, consacrata dal grembo di sua madre. Questo desiderio di essere totalmente di Dio è profondamente legato alla sua missione speciale: essere la Madre di Gesù, essere la nostra Madre. Maria è modello e ispiratrice della nostra chiamata alla santità come Consacrate Passioniste. Da Maria, donna dell’ascolto e della sollecitudine, ciascuna di noi impara a vivere il dono generoso di sé, a servizio del Regno. (Cost. 103b). Ringraziamo il Signore per il dono della nostra vocazione, per la chiamata a vivere e testimoniare l’amore misericordioso di Dio, particolarmente in questo tempo di tanta sofferenza! Affidiamo all’intercessione di Maria i bisogni della Congregazione chiedendo la grazia della fedeltà e il dono di nuove vocazioni!

Canto

Lettura: (Marialis Cultus 57 c)
“La santità esemplare della Vergine muove i Fedeli ad innalzare gli occhi a Maria, la quale rifulge come modello di virtù davanti a tutta la Comunità degli eletti. Si tratta di virtù solide, evangeliche: la fede e l’accoglienza docile della Parola di Dio; l’obbedienza generosa; l’umiltà autentica; la carità sollecita, la sapienza riflessiva; la pietà verso Dio; la fortezza nel esilio, nel dolore; la purezza verginale; il forte e casto amore sponsale. Di queste virtù della Madre si orneranno i figli, che con tenace proposito guardano i suoi esempi, per riprodurli nella propria vita. Tale progresso nella virtù apparirà conseguenza e già frutto maturo di quella forza pastorale che scaturisce dal culto reso alla Vergine.

L.1: La pietà verso la Madre del Signore diviene per il fedele occasione di crescita nella grazia divina: scopo ultimo di ogni azione nostra. Perché è impossibile onorare la Piena di grazia senza onorare in se stessi lo stato di grazia, cioè l'amicizia con Dio, la comunione con lui. ( Cf. Marialis Cultus 57 d)

L.2: Maria, ai piedi del Crocifisso, come Madre della nuova umanità, è il nostro modello nell’itinerario di configurazione a Cristo, fino all’incontro definitivo con Lui. ( Cost. 86b)

L.1: La Chiesa riconosce nella devozione alla Vergine un aiuto potente per l'uomo in cammino verso la conquista della sua pienezza. Ella, la Donna nuova, è accanto a Cristo, l'Uomo nuovo, nel cui mistero solamente trova vera luce il mistero dell'uomo (Marialis Cultus 57d)

L.2: Cerchiamo l’aiuto di Maria, madre. maestra e guida, che veneriamo sotto il titolo di Regina della Congregazione, perché, come memoria vivente del Figlio Crocifisso, possiamo realizzare nell’oggi il suo mistero di salvezza. ( Direttorio 9)

Silenzio orante - Riflessione personale

Canto:

Preghiera a Maria Madre della Chiesa: ( S. Giovanni Paolo II)
Madre della Chiesa e Madre nostra, Maria, raccogliamo nelle nostre mani quanto un popolo è capace di offrirti: l'innocenza dei bambini, la generosità e l'entusiasmo dei giovani, la sofferenza dei malati, gli affetti più veri coltivati nelle famiglie, la fatica dei lavoratori, le angustie dei disoccupati, la solitudine degli anziani, l'angoscia di chi ricerca il senso vero dell'esistenza, il pentimento sincero di chi si è smarrito nel peccato, i propositi e le speranze di chi scopre l'amore del Padre, la fedeltà e la dedizione di chi spende le proprie energie nell'apostolato e nelle opere di misericordia.
E Tu, o Vergine Santa, fa' di noi altrettanti coraggiosi testimoni di Cristo! Vogliamo che la nostra carità sia autentica, così da ricondurre alla fede gli increduli, conquistare i dubbiosi, raggiungere tutti. Concedi, o Maria, alla comunità civile di progredire nella solidarietà, di operare con vivo senso della giustizia, di crescere sempre nella fraternità.
Aiuta tutti noi ad elevare gli orizzonti della speranza fino alle realtà eterne del Cielo. Vergine Santissima, noi ci affidiamo a Te e Ti invochiamo, perché ottenga alla Chiesa di testimoniare in ogni sua scelta il Vangelo, per far risplendere davanti al mondo il volto del tuo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Ultimi video

Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.